REPOSITORY

Aria, Inquinamento, Clima, Trasporti

Copenaghen: non dimentichiamo Bhopal

A Copenaghen si sta svolgendo la 15a Conferenza dei Paesi dell’ONU (COP 15), sottoscrittori della Convenzione quadro sui cambiamenti climatici (UNFCCC) e del Protocollo di Kyoto.

Il 3 dicembre del 1984 in India la fuga di 40 tonnellate di isocianato di metile (MIC) provocò un disastro ecologico. In fondo al post un video per non dimenticare, un anniversario da tenere ben presente in questi giorni.

PER CHI VUOLE SEGUIRE COPENHAGEN IN DIRETTA SU INTERNET:

Il primo sito è ovviamente il sito della Convenzione sul Clima, in cui è disponibile il programma della conferenza e i documenti in discussione.
È disponibile l’elenco dei side event, ossia le 560 conferenze che accompagnano i lavori delle negoziazione. È disponibile sia in una versione pdf ben impaginata e l’elenco nella pagina web in cui sono disponibili i contatti e i file di base per le conferenze (e, a conferenza avvenuta anche i file delle presentazioni).
Il sito è una miniera di informazioni, sia di documenti, che di dati, o di video
Un’apposita pagina è stata creata per la partecipazione virtuale alla COP15.

Il secondo è il sito della COP15 (con molte informazioni e commenti sull’oggetto della conferenza, nonché due blog come il Climate Thinkers Blog e il Behind the Scenes Blog.

Il terzo è il sito dedicato dall’International Institute for Sustainable Development alla COP15, una ONG che durante le COP produce dei resoconti aggiornati sia delle negoziazioni che dei vari eventi come conferenze stampa e side event.
Da notare anche l’interessante notiziario giornaliero del Climate Action Network, che contiene il premio del “Fossil of the day”, assegnato dalle Organizzazione Non Governative di tutto il mondo a chi peggio si comporta nelle negoziazioni durante le Conferenze delle Parti (qui ad esempio l’ultimo numero relativo ai negoziati di Barcellona).

In Italiano, è utile anche la Newsletter è prodotta dal gruppo del FOCAL POINT IPCC per l’Italia presso il Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici (CMCC) (per iscriversi, e-mail all’indirizzo ipcc-italia@cmcc.it. Qui l’ultimo numero, in cui si fa il punto sulle aspettative per la conferenza.
(da un testo di Stefano Caserini)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: