REPOSITORY

ODG, Interrogazioni

ODG politiche energetiche regionali

ORDINE DEL GIORNO AL DOC N. 2
PROGRAMMA REGIONALE DI SVILUPPO DELLA VIII LEGISLATURA

IL CONSIGLIO REGIONALE

PREMESSO CHE:
– il Piano Regionale di Sviluppo (PRS) nel capitolo 6 èAmbiente, Territorio e Infrastruttureè affronta anche il tema delle politiche energetiche regionali;
– lèobiettivo prioritario del PRS è lèincremento della produzione energetica e lèindividuazione degli impianti che dovranno assicurare lèincremento.

CONSIDERATO CHE:
– la Lombardia è una regione energivora, la prima in dèItalia per consumi energetici, con una quota del 20% circa dei consumi nazionali.
– secondo i dati forniti dal GRTN nel 1994 lèofferta di elettricitè era di 35.353 GWh e nel 2003 di 38.098 GWh; i consumi finali invece nel 1994 erano di 49.550 GWh e nel 2003 di 63.091 GWh; ciè significa che il grado di copertura è passato dal 68 al 58% – mentre il deficit regionale è passato dal 32% del 1994 al 42% del 2003, a fronte di una crescita media annua della domanda di energia del 2,7% (lèofferta invece è cresciuta meno dello 0,8%).
– la soglia di consumo medio di elettricitè pro-capite in Lombardia è nettamente superiore a quella italiana e si attesta su 5.700 kWh contro i 4.600 kWh di consumo medio pro-capite nazionale;
– nel periodo 1990-1996 il consumo finale di energia in Lombardia si è ulteriormente accresciuto dellè8% ed è tuttora in crescita, soprattutto nel settore industriale ed in quello dei trasporti;

VISTO CHE:
– lèaumento dei consumi energetici comporta un aumento delle emissioni inquinanti e dei gas climalteranti quali la CO2, principale responsabile dellèeffetto serra;
– tutti i combustibili – sia tradizionali, sia rinnovabili – producono emissioni climalteranti perchè contengono carbonio che durante la combustione si trasforma in CO2;

CONSIDERATO INOLTRE CHE:
– la pessima situazione ambientale sopra delineata si è aggravata anche a fronte della inadeguatezza del Piano Energetico Regionale;
– il PRS affronta il problema energetico puntando al soddisfacimento del fabbisogno regionale attraverso lèaumento della produzione di energia anzichè il contenimento dei consumi;
– a tal fine, nel PRS si prevede di realizzare nuove centrali;
DATO CHE
– una corretta pianificazione energetica regionale puè intervenire nella calmierazione dei costi energetici per usi civili che gravano sulle famiglie anche a causa dellèelevato costo del greggio;
– il sostegno alla ricerca tecnologica per migliorare lèefficienza energetica e il contenimento dei consumi sono obiettivi del tutto secondari come investimento politico ed economico rispetto alla realizzazione di impianti per la produzione di energia;

IMPEGNA LA GIUNTA A:

1. realizzare consistenti interventi volti a ridurre i consumi anzichè ad aumentare la produzione energetica regionale;
2. adottare misure volte ad incrementare il rendimento energetico nei settori civili e produttivi;
3. incrementare la produzione di energia pulita che è ben diversa dalla produzione di energia da combustibili rinnovabili.

Milano, 27 settembre 2005

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: