REPOSITORY

ODG, Interrogazioni

ODG Oggetto: rifiuti

ordine del giorno al doc n. 2
programma regionale di sviluppo della viii legislatura

OGGETTO: RIFIUTI

IL CONSIGLIO REGIONALE
PREMESSO CHE il Piano Regionale di Sviluppo (PRS) nel capitolo 6 èAmbiente, Territorio e Infrastruttureè affronta anche il tema del recupero, valorizzazione e smaltimento dei rifiuti.

CONSIDERATO CHE:
– le linee strategiche del PRS per il settore dei rifiuti prevedono la promozione del sistema dei grandi termodistruttori e il recupero energetico sia da combustibile da rifiuto (CDR) che da rifiuti speciali;
– la visione del rifiuto come risorsa è strumentale alla realizzazione di nuovi termovalorizzatori nonostante oggi siano giè attivi 14 impianti di incenerimento per rsu – alcuni dei quali dotati anche di recupero energetico.

CONSIDERATO INOLTRE CHE:
– La Lombardia è la regione dèItalia con la maggior produzione di rifiuti urbani: 4,6 milioni di tonnellate nel 2003 di cui il 40% raccolto in modo differenziato ma non necessariamente riciclato. Al contrario, il rischio vero è che le frazioni ad elevato potere calorifico della raccolta differenziata (carta-plastica-sacco viola multimateriale) finiscano per alimentare i termovalorizzatori con recupero energetico anzichè le filiere per la produzione di materiale riciclato. Ciè è possibile a causa degli obiettivi previsioni della l.r. 26/03.
– Nel PRS non si delineano soluzioni concrete per ridurre la produzione dei rifiuti e per limitare alle frazioni non riciclabili lo smaltimento.
– La filosofia che permea tutta la programmazione del settore si fonda sulla rincorsa allèincremento dei rifiuti, sul paradigma in base al quale lèaumento dei rifiuti è considerato inevitabile e pertanto si devono costruire piè inceneritori/termovalorizzatori.

IMPEGNA LA GIUNTA A:

1. definire precise modalitè e obiettivi di riduzione della produzione di rifiuti a monte;
2. incentivare la raccolta differenziata e la creazione del mercato delle materie riciclate;
3. vietare lo smaltimento o lèincenerimento con recupero energetico di tutti i rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata;
4. aumentare il valore delle fideiussioni per le aziende che lavorano nellèambito dei rifiuti affinchè ci sia unèadeguata copertura finanziaria a cui attingere in caso di produzione di inquinamenti o depositi abusivi, o in mancanza di adeguati ripristini ambientali alla fine dello svolgimento dellèattivitè.

Milano, 27 settembre 2005

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: